Federica Pellegrini smette ridendo!

A bocca asciutta”, “flop”, “delusione”, “stanca”, “finita”, “fine di un ciclo”. Erano i titoli con qui veniva descritta la prestazione della Pellegrini solo una anno fa alle Olimpiadi di Rio.

La regina cadeva e giù tutti ad amplificare il rumore del tonfo!

La tragedia attrae e fa notizia, soprattutto quando è quella degli altri. Se poi a cadere sono gli “Dei dell’Olimpo”, come in questo caso, le lingue biforcute e invidiose si adoperano alacremente per propagandarla ai quattro venti.

È una sorta di consolazione, per alcuni, apprendere che i migliori non esistono, che sono normali, che sono capaci di prestazioni mediocri…come è nella propria quotidianità.

Il ritorno sul podio

E invece Federica Pellegrini ai mondiali di nuoto di ieri è salita sul tetto più alto del mondo conquistando l’oro nella specialità preferita: i 200 stile libero.

Ha nuotato “come se non ci fosse un domani” e con una quarta vasca da record ha compiuto una rimonta straordinaria suggellando una carriera fantastica con il lieto fine che meritava.

10 e lode alla prestazione eccezionale, 10 e lode al lavoro quotidiano e faticosissimo di questi anni, 10 e lode alle dichiarazioni post gara dove ha lasciato spazio solo alla grande gioia evitando qualsiasi riferimento polemico o frecciatina a chi l’aveva già dimenticata.

 

Al termine delle Olimpiadi del 2016 disse “Non voglio smettere piangendo”.

Ha previsto il suo futuro la Divina Fede, e oggi se la ride. E noi con lei!

Facebook Comments
Federica Pellegrini smette ridendo! Omar Sarubbo

About The Author

Omar Sarubbo

Laureato in Sociologia, è consulente e formatore di marketing, comunicazione e finanza agevolata. Attualmente impegnato, prevalentemente, nei settori del benessere, ambiente e web communication.
La musica, la cucina e il podismo sono le sue passioni predilette.

Shares